Menu Home
NEWS

Tinnura, paese di murales ed arte

Tinnura (da tinnias, giunchi di fiume), a pochi chilometri da Bosa e da Porto Alabe, è un caratteristico paesino famoso per l'artigianato artistico dell'intreccio dell'asfodelo, del salice e della canna i giunchi di fiume.
Nell’ospitale ed ordinato abitato, che vale davvero la pena visitare, tra suggestive piazzette lastricate in basalto, belle fontane statue di artisti sardi -tra cui Stefano Chessa, Simplicio Derosas, Carmine Piras e Pinuccio Sciola- si possono ammirare numerosi pittoreschi murales -tra cui quelli splendidi di Pina Monne- che rappresentano importanti momenti di vita sarda.
I più esperti noteranno una differenza con i murales di Orgosolo: mentre a Tinnura viene rappresentata la vita di tutti i giorni, ad Orgosolo si da voce alla la protesta ed al malessere civile. Si tratta di un vero ed inaspettato ed imperdibile museo a cielo aperto. Se si passa da queste parti vale la pena fermarsi a fare un giro in questo paesino di neanche 300 abitanti dalle casette a pochi piani di inizio secolo.
Visitabili anche diversi menhir, il nuraghe Tres Bias, la tomba dei giganti Su Crastu Covocadu, la Funtana 'e Giosso utilizzata per la macerazione dell'asfodelo, la chiesa parrocchiale di Sant'Anna del Seicento su cui svetta un campanile molto elegante, la casa museo di Pina Monne.

Amaretti sardi

Un dolce tipico dell'Ogliastra, croccante all'esterno e con un cuore morbidissimo all'interno.Leggi tutto


Pani Frattau con brodo vegetale

Piatto famoso, in origine, tra i pastori sardi, che condivano in questo modo gli avanzi del carasau.Leggi tutto


CLICK&DELIVERY

Con Nonna ISA, oggi far la spesa è più facile e conveniente!Leggi tutto


+ Leggi tutte le news