Menu Home
NEWS

Tempo di Quaresima, tempo di riflessione.

“Ricorda uomo che tu polvere sei, e polvere ritornerai”
Così dice il sacerdote ricorda il destino mortale degli uomini quando cosparge il capo di cenere ottenuta dalla bruciatura dei ramoscelli di ulivo e delle palme distribuite la Domenica delle Palme dell’anno precedente.
Ieri, mercoledì 1° Marzo è stato celebrato il Mercoledì delle Ceneri col tradizionale rito della benedizione e della cospersione delle Ceneri; si tratta di una data importante nel calendario cattolico perché segna l’inizio della Quaresima, che conduce alla riflessione, alla penitenza ed al digiuno dalle carni ogni venerdì prima di Pasqua con particolare riflessione sulla Passione di Gesù.
Il Mercoledì della ceneri si celebra il giorno dopo la fine del Carnevale, Martedì Grasso, mentre la Quaresima termina la mezzanotte del Venerdì Santo e si conclude la Domenica delle palme -della Passione del Signore-, aprendo la Settimana santa.
Sopravvivono nella lingua italiana alcuni modo di dire legati alla Quaresima: ‘Lungo come la quaresima’ indica per esempio una situazione lunga e molesta o persona molto lenta oppure molto alta e magra. ‘Quando il padre fa carnevale, ai figlioli tocca far quaresima’ significa che il padre è sprecone e la famiglia ne patisce; in ultimo il detto ‘Carnevale o quaresima per me è la medesima’ è mestamente detto da chi non ha mai tempo e modo di divertirsi, quindi tutti i giorni sono uguali (Treccani).

Cinghiale con olive

Una ricetta di origine contadina, fatta di ingredienti semplici e genuini. Leggi tutto


Fregula incasada

Piatto tipico del Campidano, la fregola con pecorino, si distingue per il suo ricco sapore nonostante i pochi ingredienti. Leggi tutto


Chiacchiere di Carnevale

Le chiacchiere sono un dolce tipico di Carnevale, friabili e ricoperte da zucchero a velo. Leggi tutto


+ Leggi tutte le news