Menu Home
NEWS

8 Marzo: Il rispetto e i diritti per le donne si rivendicano tutto l’anno

La Giornata internazionale della Donna è stata istituita per ricordare le discriminazioni e le violenze subite e rivendicare i diritti delle donne.
Si associa questa data ad una tragedia accaduta nel 1908 che avrebbe avuto come protagoniste le operaie di un’industria tessile di New York uccise da un incendio; studi approfonditi hanno però confermato che questo evento è stato confuso con un altro incendio del 1911, dove effettivamente morirono circa 150 persone, fra cui molte donne.
La prima Giornata nazionale della Donna fu festeggiata il 28 febbraio 1909 negli Stati Uniti, su invito del Partito Socialista Americano, in memoria dello sciopero di migliaia di camiciaie newyorkesi che nel 1908 avevano rivendicato migliori condizioni di lavoro.
Fino alla prima Guerra mondiale sono state organizzate molte giornate dedicate ai diritti delle donne. Nel 1911 Germania, Austria, Danimarca e Svizzera furono le prime nazioni europee a celebrare la donna. A San Pietroburgo l'8 marzo 1917 le donne hanno manifestato per chiedere la fine della guerra. Il 14 giugno 1921 a Mosca è stato stabilito che l'8 marzo diventasse la Giornata internazionale dell'operaia. In Italia la prima giornata dedicata alla donna si è svolta il 12 marzo del 1922.
Perché si celebra con la mimosa? La tradizione racconta che si trovavano, vicino l’azienda protagonista dell’incendio in America, degli alberi di mimosa. Questa interpretazione è improbabile poiché non in tutti i paesi in cui si celebra la ricorrenza si utilizza questo fiore tipicamente mediterraneo. La tradizione dell’uso della mimosa potrebbe invece risalire al 1944, quando l’UDI -Unione Donne in Italia- propose l’utilizzo di questo semplice fiore dal colore giallo vivace e dal profumo pungente, rigoglioso nel mese di marzo.
Oggi la festa della donna ha sicuramente perso parte del suo valore: organizzazioni femminili cercano di sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi delle donne, ma in molto casi la giornata è diventata solo un'occasione per uscire da sole con le amiche lasciando mariti, compagni e figli a casa e concedersi qualche sfizio.
Le donne -mamme, mogli, figlie, sorelle, amiche- vivono con passione e combattono ogni giorno per infinite ed ingiuste disparità: economiche e salariali, di accesso alla vita politica ed economica, di istruzione, di cure sanitarie: un capitolo a sé merita l’attenzione alla continua, inarrestabile ed indicibile violenza perpetrata ai danni di tutte le donne ogni giorno in tutto il mondo.

Oggi si festeggia la prima Giornata della Felicità

Una semplice ricetta? Sorridere, ascoltare, essere curiosi, concedersi tempo.Leggi tutto


8 Marzo: Il rispetto e i diritti per le donne si rivendicano tutto l’anno

Tutte le donne vivono con passione e combattono ogni giorno per infinite ed ingiuste disparitàLeggi tutto


Tempo di Quaresima, tempo di riflessione.

Mancano 40 giorni alla PasquaLeggi tutto


+ Leggi tutte le news